Salta al contenuto principale
Image
Minecraft Bedrock Addon e Server dedicati

Minecraft presenta delle caratteristiche peculiari per cui viene utilizzato anche in ambito educativo, stimola la creatività degli utenti sia all'interno del videogioco che indirettamente ispirando la realizzazione di video da condividere su Youtube o altre piattaforme social, offre ampie possibilità di personalizzazione e di modifica - le cosiddette mod - che in combinazione all'ecosistema mediatico dei videogiochi hanno dato vita a una delle community più vivaci di Internet. 

L'acquisizione nel 2014 da parte di Microsoft di Mojang Studios, la software house svedese fondata nel 2009 da Markus "Notch" Persson, l'inventore di Minecraft, ha rivitalizzato la crescita e l'evoluzione di questo videogioco accentuandone le caratteristiche di "piattaforma di gioco".

Tra le varie novità introdotte dopo l'acquisizione di Microsoft spicca il cosiddetto "Better Togheter Update" del 20 settembre 2017 ovvero un aggiornamento pervasivo di tutte le varie versioni di Minecraft - per Xbox One, iOS, Android, FireOS, Gear VR, Windows 10 - che sono state unificate nella Bedrock Edition, abilitando così il cross-play tra le varie piattaforme software.

La Bedrock Edition non ha tuttavia sostituito la Java Edition - la versione originale di Minecraft che continua ad essere supportata e sviluppata - attorno alla quale si è creata una community molto vivace di utilizzatori e creatori di "mod", ovvero di modifiche al videogioco apportate in autonomia dagli stessi utenti e diffuse attraverso moduli installabili e scaricabili gratuitamente da Internet. 

La Bedrock Edition, oltre ad aver introdotto il cross-play tra piattaforme diverse, ha cambiato le modalità con cui possono essere apportate le modifiche al videogioco, abbandonando il sistema delle "mod" in favore degli "add-on".

Ma prima di addentrarci nella implementazione degli add-on è opportuno riepilogare le modalità di gioco di Minecraft, poiché queste già consentono una notevole creatività all'interno del videogioco "vanilla", ovvero senza alcuna modifica o add-on.

Modalità di gioco

Le modalità di gioco di Minecraft sono 3: sopravvivenza, creativa e avventura.

La modalità sopravvivenza è quella principale e consente il raggiungimento degli obiettivi che accrescono il punteggio utente nelle varie piattaforme di gaming e, presumibilmente, implementa tutte le funzionalità del videogioco così come concepito sin dalle origini. In questa modalità il mondo di gioco è modificabile e il personaggio protagonista deve lottare per sopravvivere accumulando risorse per sfamarsi e per modificare l'ambiente che lo circonda.

Nella modalità creativa il personaggio è immortale, non viene attaccato dai mob (mobile entity), ovvero le varie creature che animano Minecraft, dispone di risorse infinite e può muoversi velocemente nel mondo di gioco (anche in aria) per costruire o modificare l'ambiente.

Nella modalità avventura il personaggio deve lottare e alimentarsi per sopravvivere, ma non può modificare direttamente il mondo di gioco pur potendo interagire con esso. La modalità avventura non è disponibile nelle impostazioni iniziali del mondo, ovvero prima che il mondo di gioco venga generato, e infatti non avrebbe senso avviare un mondo in modalità avventura senza prima aver creato, nelle altre modalità di gioco, almeno un minimo di risorse necesssarie alla sopravvivenza del personaggio. 

La modalità avventura è quindi concepita per giocare nei mondi creati e appositamente modificati in modalità sopravvivenza o più efficacemente in modalità creativa (con l'avvertenza che una volta impostata anche solo temporaneamente la modalità creativa viene inibito il raggiungimento degli obiettivi specifici della piattaforma di gaming).

In estrema sintesi, in Minecraft è possibile esprimere la propria creatività non solo costruendo mondi e oggetti in modalità creativa, ma anche pianificando vere e proprie avventure attraverso mondi appositamente progettati per essere fruiti in modalità avventura. 

Oltre alla creazione di mondi statici, Minecraft consente di creare anche svariati meccanismi e automatismi, sia attraverso le funzionalità standard dei "circuiti di redstone", sia attraverso le funzionalità dei "blocchi di comando" (command block). In pratica, l'esperienza di gioco può essere arricchita attraverso l'interazione del videogiocatore con gli oggetti all'interno del mondo gioco.

Le potenzialità creative di Minecraft sono, inoltre, valorizzate da altre due funzionalità: 

  1. l'esportazione e la condivisione dei mondi di gioco creati dagli utenti;
  2. l'installazione dei mondi di gioco su server personali, in hosting o dedicati.

La creazione di avventure e/o di mondi di gioco può quindi essere finalizzata anche alla condivisione, attraverso la funzionalità di esportazione oppure attraverso l'implementazione su un server personale Minecraft per giocare in un mondo persistente con amici e conoscenti.

 

Gli add-on

I mondi di gioco, le funzionalità degli oggetti e i comportamenti dei mob possono inoltre essere modificati e personalizzati attraverso i cosiddetti add-on.

Gli add-on sono pacchetti di file che possono essere installati nel videogioco, sia a livello generale che a livello di singolo mondo, per modificare i comportamenti dei mob e l'aspetto del mondo di gioco.

Gli add-on sono generalmente acquistabili nel "marketplace" integrato nel videogioco, dove non di rado alcuni pacchetti vengono offerti gratuitamente.

Quando si utilizza Minecraft su una piattaforma aperta come il Personal Computer, gli add-on possono essere installati autonomamente, ovvero senza passare per il marketplace, e soprattutto possono essere creati dagli utenti.

Per creare un add-on personalizzato occorre prima di tutto scaricare i due file compressi, che contengono i "pacchetti di risorse" e i "pacchetti di comportamenti" standard, dalla pagina degli add-on del sito ufficiale di Minecraft.

Questi due file devono quindi essere scompattati, modificati e ricompattati seguendo precise istruzioni che illustreremo prossimamente in un'apposita guida.

Gli "add-on" della Bedrock Edition sono l'equivalente delle "mod" della Java Edition di Minecraft. La principale differenza tra mod e add-on è sostanzialmente tecnica e riguarda il modo in cui vengono implementate le modifiche, ovvero attraverso la scrittura di codice per la Java Edition oppure attraverso la modifica dei parametri esposti da un interfaccia di programmazione standardizzata per la Bedrock Edition.

Anche gli add-on, come i mondi di gioco, possono essere installati sui server personali Minecraft

Server dedicati Minecraft

I server multigiocatore di Minecraft sono essenzialmente di 4 tipi:

  1. server ad accesso pubblico certificati da Minecraft ovvero quelli elencati e accessibili nella sezione server dell'interfaccia di avvio del videogioco;
  2. server personali aaS (as a Service) offerti direttamente da Minecraft (i Minecraft realms) attualmente a 7,99 euro al mese e accessibili dall'interfaccia di avvio del videogioco;
  3. server ad accesso pubblico non certificati - in gran parte compatibili solo con la Java Edition di Minecraft - accessibili attraverso l'indirizzo IP del server (reperibile negli elenchi dei siti web specializzati) da inserire in un'apposita interfaccia di avvio del videogioco;
  4. server personali installabili e configurabili dagli utenti sia su computer fisici che in virtual hosting, scaricando il software dalla pagina di download del software server (alpha) per Minecraft o installati direttamente dal servizio di hosting, anche questi accessibili inserendo l'indirizzo IP del server nell'apposita interfaccia di avvio del videogioco.

Per quanto riguarda l'accesso ai server (sia pubblici che privati) attraverso l'indirizzo IP occorre evidenziare che alcune piattaforme, come ad esempio le console da gaming, non consentono questa possibilità.

L'offerta di server Minecraft ad accesso pubblico è basata su funzionalità e modalità di gioco multiplayer molto diverse rispetto ai server personali ad accesso privato.

Le modalità di gioco dei server ad accesso pubblico sono predefinite, generalmente basate sul PvP (player versus player) a squadre, e piuttosto rigide infatti le eventuali richieste dei videogiocatori che frequentano un determinato server sono generalmente vagliate a livello di community e poi implementate dai gestori del server.

I server Minecraft ad accesso privato, invece, sono più orientati alla creatività e alla collaborazione oltre che al gioco in condivisione con amici e conoscenti.

I server ad accesso privato, sia quelli offerti direttamente da Minecraft (Realms) che quelli installati direttamente dagli utenti o dai servizi di hosting, consentono la connessione simultanea di 10 utenti e offrono ampie possibilità di personalizzazione.

La differenza tra i Minecraft Realms e i server dedicati è che questi ultimi a fronte di una maggiore complessità offrono maggiori possibilità di personalizzazione, mentre se non occorre esporli su internet sono anche a costo zero, fermo restando che le console da gaming possono accedere solamente ai Minecraft Realms.

Uno dei vantaggi di avere un mondo Minecraft su un server personale è che il mondo di gioco diventa persistente, ovvero il mondo è accessibile in qualsiasi momento a tutti i videogiocatori autorizzati e incorpora le modifiche apportate dai videogiocatori in assenza degli altri.

In pratica, mentre la condivisione via file consente di condividere un mondo di gioco che può essere utilizzato dagli altri senza restrizioni, un server dedicato consente di giocare e/o modificare il mondo di gioco in collaborazione con i propri amici, su rete locale o via internet, in modo asincrono o simultaneo, e di amministrare le modalità di gioco e le autorizzazioni dei videogiocatori.

Per l'installazione e la configurazione di un server personale dedicato Minecraft si rimanda alle prossime pagine.